Storytellig di una giornata creativa.

Sveglia all’alba in direzione  Torino per  partecipare all’evento organizzato presso abilmente: creativi in rete.

L’appuntamento in stazione per incontrarmi con un’altra blogger che non ho mai vista, con la quale ci siamo accordate in chat visto che entrambe partecipavamo ai workshop progettati all’interno della fiera. Potere della rete!

Cosa ho imparato? La prossima volta ci scambiamo i selfie! perché, anche se lei mi ha dato un indizio prezioso,”ho un ciuffo verde!” bhè io non ho visto nessun ciuffo in stazione e quindi salite sul treno ognuna da sola , non sapevamo nemmeno su quale carrozza fossimo.” Ehi Sara , bastava che mi dicessi che eri “leggermente in attesa” e ti avrei notata”.

Finalmente ritrovate a Milano prendiamo altro treno ( in tre: perché nella pancia c’è una futura creativa!) ripartiamo alla volta di Torino.

E dentro abilmente uno spettacolare tappeto rosso ( possiamo dire di aver camminato anche noi sul red carpet!) ci conduce all’interno della sala delle relatrici.

Parte la presentazione di Gabriella Trionfi alias Hobbydonna.Si alternano sul palco le relatrici:

relatrici creativi in rete
relatrici creativi in rete

 

Cosa ho imparato? Ciascuna mi ha lasciato suggerimenti per poter migliorare la mia professionalità

visual image by grafica prét à porter
visual image by grafica prét à porter

20150924_110912

manifesto colibrì academy
manifesto colibrì academy
dalla blogger faccio e disfo
dalla blogger faccio e disfo

Ma cosa ho imparato più di tutto?

Una sensazione: la forza della condivisione. Si tra le creative 2.0 questa  è la parola  che apre opportunità,  permette il confronto.  La “vecchia” competizione fatta di potenza, leadership carismatica, gerarchia si è appannata, quella “nuova” è invece  funzionale  a  migliorarsi, ispirarsi ad altri ma per fare qualcosa di unico da sole; ho imparato che  la competizione fine a sé stessa è sterile, non produce connessioni, non facilita il networking.  La generosità nell’ offrire indicazioni, magari per alcune  poco importanti, sono invece importantissime  per altre:  possono creare la differenza, nell’affrontare un problema di lavoro, una presentazione.

E poi il networking sorprende. Ti ritrovi a parlare con persone che non conosci , ma ti sembra di avere sempre frequentato solo perché si ha una comune visione = condivisione!

20150924_120322

Rimaniamo in contatto
Iscriviti all'area riservata

Ricevi via mail i nuovi post, scarichi i regali dell'area riservata

Invalid email address
Provaci! puoi disdire in qualsiasi momento dal link inserito nella newsletter bimestrale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *